L' OCCHIO UMANO

Struttura occhio 

 

Struttura occhioIl nostro organo visivo percepisce la luce grazie alla retina, un sottile strato di cellule pigmentate che ricopre circa i due terzi della superficie sferica interna dell' occhio; le cellule fotosensibili hanno forma allungata, sono disposte in posizione verticale rispetto alla superficie della retina e sono di due tipi diversi; coni e bastoncelli. I coni sono i recettori dei colori e contengono una complessa molecola organica, la iodopsina, particolarmente sensibile a determinate lunghezze d'onda; i bastoncelli si occupano invece di distinguere anche le più deboli variazioni di intensità luminosa, infatti usano la rodopsina, un pigmento organico molto più sensibile alla luce della iodopsina, soprattutto se la luce è di colore verde.
Le sottili fibre nervose che collegano queste cellule al nervo ottico corrono sulla parte illuminata della retina e convergono verso il punto cieco, dove sitrova la base del nervo ottico; tale punto ha questo nome in quanto è privo di cellule fotosensibili.
Un' altra area particolare della retina è la fovea, una zona di circa due millimetri di diametro in cui è presente una elevata concentrazione di coni e che ci permette di vedere con il massimo dettaglio, molto più elevato rispetto al resto della retina.
Struttura occhioCiò è dovuto al fatto che nella fovea ogni cellula visiva è collegata a una singola fibra nervosa, mentre nel resto dell' occhio le cellule sono riunite in gruppi di circa 340 per fibra; in totale, l' occhio contiene 6 milioni di coni e 120 milioni di bastoncelli, mentre il nervo ottico possiede circa 400.000 fibre. I due tipi di cellule sono distribuiti in maniera uniforme su gran parte della retina, tranne nella fovea e nella zona periferica, popolate, rispettivamente, solo da coni e solo da bastoncelli.